/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 1 maggio 2010

Il 1° maggio in "Storia e memoria"

LA FESTA DEI LAVORATORI
La puntata odierna di "Storia e Memoria - Per non dimenticare", di Carletto Nesti, è dedicata al 1° maggio, la Festa dei lavoratori - Nel 1886 i "martiri di Chicago" - Nel 1947 la strage di Portella della Ginestra - Oggi a Roma, in piazza San Giovanni, il tradizionale concerto, presentato per la prima volta da una donna, Sabrina Impacciatore
Oggi è il primo Maggio, festa dei lavoratori. Ma come nasce questa celebrazione, quali sono le origini e quali sono stati gli sviluppi nel tempo di questa festa dei lavoratori? Ce lo racconta, con dovizia di particolari, la rubrica "Storia e memoria - Per non dimenticare", di Carletto Nesti. Un'ottima ricostruzione storica, che ripercorre sinteticamente, ma con brillantezza, le tappe delle lotte dei lavoratori e ricorda anche due ricorrenze luttuose del 1° maggio: i sanguinosi scontri di Chicago del 1° maggio 1886 e la strage di Portella delle Ginestre del 1° maggio 1947, della quale fu responsabile il bandito Salvatore Giuliano. Una storia che arriva ai giorni nostri, perché annuncia anche il tradizionale concerto di oggi in piazza San Giovanni, a Roma, presentato per la prima volta da una donna, Sabrina Impacciatore.
(Nella foto: "Il quarto Stato", di Pelizza da Volpedo)

Nessun commento: