Da Pramzanblog a Mezzadri&Co.
/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

Profumo di mostarda

Profumo di mostarda

mercoledì 21 aprile 2010

Speciale Stagione Lirica - I protagonisti

SONIA GANASSI
"Che onore cantare al Regio"
Il celebre mezzosoprano è di Reggio Emilia, e con Parma ha un rapporto privilegiato, fin dai tempi in cui studiava con il maestro Alain Billard – “Qui vengo sempre volentieri”, dice la cantante, che domani sarà Charlotte nel “Werther” di Jules Massenet – “Gli applausi a Meli durante la “generale” erano meritatissimi: non si può applaudire a metà di una sinfonia, ma dopo un’aria direi proprio di sì”
di PAOLO ZOPPI
Reggiana doc, Sonia Ganassi, la protagonista femminile del Werther che andrà in scena domani sera al Regio, non vive il dualismo campanilistico che da sempre contraddistingue le due città limitrofe, anzi, ha con Parma un rapporto privilegiato fin da quando studiava con il compianto maestro Alain Billard. “No, non ho pregiudizi di sorta”, ci dice sorridendo dopo la trionfale prova generale di ieri. “Anzi ho ricordi bellissimi fin da quando studiavo col maestro Billard e poi è una città in cui vengo sempre volentieri ed è un onore per me cantare in questo teatro. È da qualche tempo che manco ed è un ritorno graditissimo”. “Sonia Ganassi come si definisce: mezzo soprano, soprano, falcon?” “Non c’è bisogno di definizioni” risponde amabilmente “la mia voce è questa, sono nata.......

Nessun commento: