Da Pramzanblog a Mezzadri&Co.
/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 13 aprile 2010

Più di 5000 lettori in due mesi

TAMARA, LA PARMIGIANA:
CHE SUCCESSO

L’autobiografia on line di Tamara Baroni, in breve tempo, è già diventata un cult - Il risultato raggiunto finora è sorprendente se si considera che il libro si sta diffondendo “spontaneamente”, con una specie di passaparola tra i lettori - La città italiana che ha “scaricato” di più è Milano, seguita da Parma - Molte visite anche da Roma e Genova - Tamara ha ricevuto molte lettere, eccone alcune

di ACHILLE MEZZADRI
Pubblicare un libro on line “a dispetto” degli editori che l’hanno ignorato, o sottovalutato. Questa è stata la scelta di Tamara Baroni, 63 anni splendidi, un passato italiano da prima pagina, un presente brasiliano ricco di vita serena e gioie familiari. Scelta vincente, e potremmo dire a sorpresa, perché pubblicare un libro on line non è una sfida facile. Perché manca un editore, perché manca il lancio pubblicitario, perché mancano le critiche nelle pagine letterarie, perché mancano le “passerelle” dell’autore nelle librerie e nelle televisioni o nelle radio. Insomma, un salto nel vuoto e si salvi chi può. Ma Tamara non è una che se la fa sotto. Anzi, quando le cose si presentano difficili, è come se sentisse il richiamo del-la foresta: si arma di grinta e va all’attacco. E infatti ha vinto, anzi, sta vincendo, perché l’afflusso di lettori al suo libro on line, seppure senza gli slanci emozionali dei primi giorni, continua. Il libro fu presentato a Parma l’8 febbraio al cir-colo culturale La Città SI Nota di Antonella Manotti, con una nutrita presenza di giornalisti della carta stampata e delle televisioni. Appena Tamara, la parmigiana andò in rete, dopo il primo an-nuncio delle fonti di informazione sul Web, si scatenarono le “truppe d’assalto” dei visitatori. I numeri parlano chiaro: da allora più di 5mila lettori, con più di 20mila pagine viste.
A voler essere pignoli, se si guarda in fondo all’homepage dell’autobiografia, si legge che le pagine viste sono poco più di 16mila. Lo scarto lo spieghiamo subito: Tamara, la parmigiana è stato “agganciato” al contatore di ShinyStat soltanto la sera del 9 febbraio e quindi Shiny ha cominciato a fare i suoi conti dal 10. Mancano di conseguenza tutti i dati relativi alla sera dell’8 febbraio, quando l’afflusso fu subito imponente e quelli del 9 febbraio......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

1 commento:

maurizio ferraresi ha detto...

Ho letto con piacere la biografia di Tamara. Se é vero che ogni vita é un romanzo, questo romanzo avvince e coinvolge. Il racconto scorre fluido, supportato dalla giusta partecipazione emotiva e da un'esposizione chiara ed efficace.
La rivisitazione degli avvenimenti, anche di quelli più drammatici e dolorosi, non scade mai nel patetismo o nell'iperbole, rivelando invece un approccio psicologicamente costruttivo e consapevole.
Un libro che andava scritto.