/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 29 aprile 2010

Al bél djalètt pramzàn -2-

L'É TÉMP ÄD POEZIA
SU PRAMZANBLOG TV
Mentre cresce l'attesa per la trasmissione dialettale "Socuànt minùd in djalètt pramzàn" che sarà condotta da Enrico Maletti dal 16 maggio su Giovanni Paolo Tv, Achille Mezzadri, l'inventore di "Pramzanblog", presenta la seconda puntata di "Al bél djalètt pramzàn" nel quale legge le più belle poesie dello sterminato panorama dialettale pramzàn - La poesia di oggi, che potete ascoltare su Pramzanblog Tv, è "Témp éd primavéra", di Enrico Iori
Non ci arrendiamo. Noi che siamo malati di parmigianite acuta, noi che viviamo a pane, acqua e parmigianità, non ci arrendiamo all'idea che il nostro bel dialetto un giorno possa morire. Così è partita, come avete capito, "l'offensiva di primavera". Dopo l'annuncio che il gruppo di "Stasìra parlèmma in djalètt" ha già pronto il nuovo spettacolo Spéta ch'a m mètt a djéta (del quale è già andata in scena con successo l'anteprima alla Famìja Pramzàna) Pramzanblog, il nostro giornäl-bloggh tutt pramzàn, è partito con la nuova rubrica "Al bél djalètt" pramzàn", collegata a Pramzanblog Tv (il nostro canale video su YouTube) nella quale Achille Mezzadri, l'inventore di Pramzanblog, in compagnia della sua dolce cagnolina Cindy, legge alcune delle più belle poesie (e non solo) dello sterminato panorama dialettale pramzàn. E tutto questo mentre cresce l'attesa per Socuànt minùd in djalètt pramzàn che "al profesór" Enrico Maletti condurrà da domenica 16 maggio su Giovanni Paolo Tv. Un programma di cui parleremo spesso, nel quale Maletti, come il maestro Manzi degli albori della Tv che insegnava l'italiano agli analfabeti, insegnerà a leggere e scrivere in djalètt pramzàn. In attesa del "professionista" Maletti, il "dilettante" Mezzadri, per la seconda puntata di Al bél djalètt pramzàn, legge, sempre in compagnia della cagnolina Cindy, una bella poesia di Enrico Iori, L'é témp äd primavéra. Come già detto in occasione della prima puntata, ci scusiamo per il nostro dialetto non perfetto, tipico di uno "strajè", ma speriamo egualmente che il nostro sforzo e la nostra passione pramzàna meritino la pazienza e l'affetto dei lettori.

Nessun commento: