/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 25 marzo 2010

Una nuova iniziativa di Pramzanblog

LA STATUA DI SICURI
"PROTETTA" SU FACEBOOK
Pramzanblog ha appena aperto sul celebre sito di social network un nuovo gruppo che intende raccogliere tutti i parmigiani contrari allo spostamento della statua di Enzo Sicuri da piazzale della Macina al cimitero
di ACHILLE MEZZADRI















Un gruppo su Facebook per difendere la permanenza della statua di Enzo Sicuri in piazzale della Macina. Sì, l'ho appena aperto (stanno già arrivando le primissime adesioni), perché nei giorni scorsi, mentre ero a Parma per la cittadinanza onoraria a Leo Nucci e per la "prima" del Simon Boccanegra al Regio, più d'una delle persone che ho incontrato mi ha sollecitato a fare qualcosa con Pramzanblog al fine di non mandare al cimitero la statua di Sicuri, come invece è stato deciso da tempo da una speciale commissione. Io ho sempre rispettato e rispetto le decisioni degli amministratori, quindi dell'assessore alla cultura Luca Sommi e dei membri della commissione che ha preso questa decisione, ma mi sembra anche giusto far notare a tutti che parecchi parmigiani sanno bene chi era Sicuri e che, a 22 anni di distanza dalla sua scomparsa lo ricordano ancora con affetto. Mi dicono: "al cimitero c'è già lui. La sua statua deve restare qui, nel centro di Parma, dove lui viveva e in particolare in piazzale della Macina che era un po' la sua "sede" ufficiale". Mi fa molto piacere naturalmente che Pramzanblog venga considerato da alcuni una specie di "portabandiera" della parmigianità. Naturalmente questa nuova iniziativa, volta a fare da "collettore" a difesa della statua di Sicuri, non cancella e non mette in secondo piano la nostra "battaglia", ancora più importante, per salvare la chiesa di San Francesco del Prato. Come tutti sapete, restaurare e riconsacrare l'ex carcere i Parma, per farlo tornare ad essere un gioiello dell'arte gotica che ci sarà inviato da tutto il mondo, non è facile. Gli ostacoli da superare sono tanti. Ma Pramzanblog ha pazienza, unita alla determinazione. Continua a lavorare, a tessere la tela, a cercare alleanze importanti. Intanto c'è il gruppo su Facebook, che ha 1237 membri, e non sono bruscolini... È un messaggio, un avvertimento, un'occasione per ricordare che a suo tempo furono anche depositate 35mila firme per salvare San Francesco del Prato. Insomma, la "battaglia" è tutta da perdere, ma anche... tutta da vincere. Dunque, San Francesco del Prato innanzitutto, però una piccola occhiatina anche a difesa della statua di Sicuri, forse non guasta...
FACCIAMO VEDERE CHI SIAMO: CARICATE SU FACEBOOK UNA VOSTRA FOTO ACCANTO ALLA STATUA
(Nelle foto: 1) La pagina del gruppo su Facebook; 2) foto di Vittorio Scioscia)

2 commenti:

e.piovani ha detto...

io ci sono!

pramzanserass ha detto...

Lasciamo la statua di Sicuri dove si trova ora.Firmiamo l' appello.