O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 8 marzo 2010

Stasera a Fornovo, poi in Abruzzo

VIOLETTE DA ESPORTAZIONE
In occasione dell'odierna "Giornata della donna", serata speciale al Cinema Teatro Lux di Fornovo, con il "Trio Violette di Parma", nello spettacolo a ingresso libero "Donne di cuori" - Subito dopo il Trio, composto dall'attrice Alessandra Azimonti, dall'arpista Carla They e dal soprano Halla Margret, partirà per una breve tournée in tre località abruzzesi
La violetta è sempre stato uno dei simboli di Parma. Ed ora il suo fascino viene riproposto anche dal "Trio Violette di Parma", un gruppo molto interessante, composto dall'attrice Alessandra Azimonti, dall'arpista Carla They e dal soprano Halla Margret. Dopo la recente partecipazione alla Corale Verdi al convegno "Il cuore delle donne", ora il Trio ha preparato un nuovo spettacolo, "Donne di cuori - viaggio nell'universo femminile attraverso parole e musica", che ha debuttato ieri presso la sala consiliare di Caravaggio (in provincia di Bergamo) e che sarà proposto questa sera, in occasione della Giornata della donna, alle ore 21, al Cinema Teatro Lux di Fornovo (ingresso libero). Subito dopo le tre "Violette" porteranno il nome di Parma in Abruzzo, per tre spettacoli in tre differenti località: domani al Teatro Rossetti di Vasto (Chieti), il 10 a Montazzoli (Chieti) e l'11 a Scanno, in provincia di L'Aquila, una delle località colpite dal terremoto il 6 aprile dello scorso anno.

Nessun commento: