/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 24 marzo 2010

"Simon Boccanegra": le immagini

SERATA INDIMENTICABILE
IN UN COVO VERDIANO
Cronaca, corredata da immagini, di una "prima speciale" seguita dal palco 17 di quarta fila, quello della Corale Verdi, ma anche dallo storico retropalco, un vero e proprio "tempio nel tempio" - L'incontro di Leo Nucci con i loggionisti durante l'intervallo - Il palco dove nascono le magie delle luci - Il foyer e le signore delle Tv
di ACHILLE MEZZADRI
Una serata da non dimenticare anche per Pramzanblog. Ho seguito infatti il Simon Boccanegra dal palco (quarta fila, numero 17) della Corale Verdi, una delle più straordinarie e storiche anime musicali della città.
Occasione molto sfiziosa, non solo perché il palcoscenico è proprio di fronte e quindi si può seguire lo spettacolo nel migliore dei modi, ma perché mi ha dato la possibilità di entrare nel "tempio del tempio", il retropalco. Io conoscevo i retropalchi del Regio, da bambino. Ma me li ricordavo lunghi e stretti. Questo invece è una bella stanza, addirittura con una finestra che dà sulle scale. Una stanza con le pareti ricoperte di fotografie, di autografi, di locandine d'opera e, ovviamente, di ritratti di Verdi. Un "tempio nel tempio", così me l'ha definito il mio amico Claudio Mendogni, dove arrivano, filtrate, le note che arrivano dal palcoscenico e dal golfo mistico. Filtrate e mescolate a profumi di prosciutto, di coppa, di tortini salati, pasticcini e aromi che si sprigionano dal lambrusco Otello della premiata ditta Ceci. Un "tempio nel tempio" dove si consuma musica e parmigianità. Sì, come una volta. E non a caso il retropalco della Corale Verdi è un punto di riferimento per i melomani e per gli addetti ai lavori (lì per esempio ieri sera ha fatto una capatina anche Nicole Fouquè di Tv Parma). Ma seguire l'opera dal palco 17 della quarta fila vuol dire anche poter dare una sbirciatina al palco accanto e poter quindi far scoprire ai lettori di Pramzanblog da dove partono i magici giochi di luce che inondano il palcoscenico durante l'opera. E poi la quarta fila di palchi è a due passi dal loggione: basta una rampa di scale per arrivarci. Così, accompagnato da Mendogni, ho potuto assistere all'accoglienza trionfale che i loggionisti hanno riservato a Nucci, in abito di scena, durante l'intervallo. Non è mica di tutti i giorni, sapete, vedere un cantante che, a metà dell'opera, invece di riposarsi in camerino, va in loggione a trovare i loggionisti, accompagnato dal sindaco (Pietro Vignali) e ricevere un premio. Ma Nucci è fatto così. Solare, riconoscente, generoso. Non a caso l'abbiamo appena "fatto parmigiano". E così Leo, accompagnato dall'inseparabile Adriana, moglie dolcissima che ha lasciato una carriera strepitosa per fare la moglie, si è lasciato abbracciare (virtualmente) dalla folla di melomani, per la gioia di tutti, e di Pramzanblog che ha potuto immortalare la scena. Una serata preziosa, dunque, che mi ha consentito di documentare queste cose, ma anche di fare un salto nel foyer, a vedere la sfilata dei Vip, a seguire il lavoro delle "signore delle Tv", Ilaria Notari di Teleducato (che mi ha intervistato due volte, in diretta, prima dell'inizio dello spettacolo e subito dopo la fine), Francesca Strozzi e Nicole Fouquè di Tv Parma. A respirare insomma ancora una volta, dopo tantissimi anni, quell'atmosfera magica e straordinaria che mi ammaliava da bambino. E che mi stregò in un matinée di gennaio 1958 quando (non avevo ancora 13 anni) assistetti a un Simon Boccanegra con il grande Tito Gobbi, con direttore Oliviero De Fabritiis e regista il parmigiano Mario Lanfranchi...
(Nelle foto: 1) Poco prima dell'inizio del Simon Boccanegra;
2) Una scena dell'opera verdiana; 3) Claudio Mendogni nel retropalco della Corale Verdi; 4) Nando Sessa nel retropalco della Corale Verdi; 5) Il palco delle luci; 6) Leo Nucci, tra la moglie Adriana e il sindaco Pietro Vignali, con i loggionisti nell'intervallo dell'opera; 7) Francesca Strozzi di Tv Parma mentre intervista Marco Rosi; 8) Ilaria Notari di TeleDucato; 9) Nicole Fouquè di Tv Parma; 10) Eleganza nel foyer).
CLICCARE SULLE FOTO PER INGRANDIRE

Nessun commento: