/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 7 marzo 2010

Quelli che il rugby - Serie A1

IL NOCETO DOMINA
LA CAPOCLASSIFICA
COLORNO SCONFITTO A UDINE
La matricola terrbile Vibu Noceto, allenata da Pippo Frati, rialza la testa e batte nettamente (22 a 0) la capoclassifica Marchiol Mogliano Veneto, riacciuffando la vetta (però il Mantovani Lazio ha una partita in meno). A cinque giornate dalla fine del campionato regolare le speranze di promozione per il quindici nocetano restano vive. Anche se non sarà una passeggiata. Qualche difficoltà in più per il Blugeo Colorno, invece, che era andato ad Udine con l'obiettivo di vincere ed invece ha perso per 22 a 18, conquistando un solo punto.
VIBU NOCETO 22
MARCHIOL MOGLIANO 0
Non era un'impresa facile battere la capoclassifica, il Marchiol di Mogliano Veneto, ma il Vibu Noceto ce l'ha fatta, e alla grande. La partita era molto difficile sulla carta, ma, dopo un inizio tutto a favore degli ospiti, è diventata una specie di "passeggiata". Ecco il commento del presidente del Noceto, Angelo Barocelli.
IL COMMENTO A CALDO DI BAROCELLI
"Vittoria meritatissima, rovinata
dall'incidente a Marco Frati"
"Grande vittoria, e meritatissima. Gli avversari del Mogliano, che all'andata, a casa loro, ci avevano battuto per un soffio, 12 a 9, sono arrivati al nando Capra da prii in classifica e se ne sono andati con le pive nel sacco, dopo una partita che noi abbiamo dominato dopo i primi dieci minuti dominati da loro. Dopo infatti abbiamo preso in mano le redini dell'incontro e abbiamo giocato stabilmente nella metà campo avversario. Peccato che questa festa sia stata rovinata da una tegola che ci è caduta addosso: un serio infortunio al nostro mediano di mischia, Marco Frati, detto "Ciccio". Sospetta frattura di tibia e perone. Speriamo che il responso definitivo dei medici, dopo tutti gli esami, sia un pochino meno pesante. Perdere il nostro mediano di mischia nel momento decisivo del campionato è un grosso handicap per noi. Per il resto posso dire che la partita non ha avuto storia. Dopo la netta supremazia iniziale degli ospiti, durata dieci minuti, abbiamo dominato, anche se abbiamo conquistato solo una meta, con Scarparo nel secondo tempo, trasformata a Anversa, che ha anche messo a segno cinque piazzati, quattro nel primo tempo, concluso con il punteggio di 12 a 0 per noi) e uno nella seconda parte del match."
Ultim'ora
FRATI:INFORTUNIO
MENO GRAVE
DI QUELLO CHE SI TEMEVA
Abbiamo intervistato l'allenatore del Noceto, Filippo Frati per avere le ultime notizie sulle condizioni del fratello, il mediano di mischia Marco. Ecco le dichiarazioni del coach
"Fortunatamente sono state escluse fratture. L'incidente si è rivelato meno grave del previsto, anche se bisogna ancora fare un accertamento per la situazione dei legamenti. É difficile prevedere in questo momento quanto tempo ci vorrà per un recupero pieno, comunque siamo fiduciosi, anche perché il campionato adesso si ferma e riprenderà il 28 marzo. Speriamo di recuperare Ciccio nelle partite decisive di fine stagione. Comunque prenderà il suo posto di mediano di mischia un ottimo giovane, Giacomo Alfonsi, che finora, pur essendo mediano di mischia di formazione, ha giocato come ala. Per quanto riguarda la partita di oggi, incidente di Ciccio a parte, sono molto soddisfatto. Forse non abbiamo giocato la partita perfetta, ma ci siamo andati vicini. Gli avanti hanno disputato una partita straordinaria, sono stati loro gli artefici dei piazzati messi a segno dal piede di Anversa. Il cammino verso la promozione, che è sempre stato il nostro obiettivo fin dall'inizio della stagione, continua".

UDINE 22
BLUGEO COLORNO 18
Battuta d'arresto imprevista per il Blugeo Colorno, che era partito per Udine con velleità di successo. Invece, dopo un primo tempo equilibrao (concluso in vantaggio per 13 a 12) è rimasto sconfitto per 22 a 18. Ecco il commento a caldo del direttore sportivo del Colorno, Paolo Bussolati.
IL COMMENTO A CALDO DI BUSSOLATI
"Loro ci hanno creduto più di noi"
"C'è poco da dire, purtroppo. loro ci hanno creduto più di noi. Fino in fondo. Sono stati molto più determinati. Noi invece molto disuniti, fallosi. Nl primo tempo, in fondo, abbiamo tenuto abbastanza, ma nel secondo invece abbiamo commesso troppi errori. Due mete siamo rusciti a conquistarle, è vero, con Iemmi e Pascu, una delle quali trasformata, ma le mete non bastano per portare a casa la vittoria piena. Ora il cammino si fa più difficile, ma la via per la promozione è ancora aperta. la speranza, ci mancherebbe, è l'ultima a morire".
(Nelle foto: 1) Angelo Barocelli; 2) Marco Frati, 3) Paolo Bussolati)

Nessun commento: