O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 23 marzo 2010

Quelli che ce la fanno: Paolo Zoppi

UNA LAUREA
A SUON DI MUSICA

Il nostro critico musicale e autore della rubrica “Su il sipario”, a poco più di 60 anni ha raggiunto un nuovo prestigioso traguardo: la laurea in musicologia (110 con lode) dopo aver conseguito quella in lettere nel dicembre 2007 – “Si vede che la pensione mi fa bene”, dice Zoppi, che ha alle spalle una lunga carriera di bancario

di ACHILLE MEZZADRI
Poi molti dicono, luogo comune, che la pensione è una sorta di viale del tramonto e su questo viale i “vecchietti” portano a spasso il cagnolino, si fermano per ore a guardare le case in costruzione, o a chiacchierare con i coetanei per ricordare il bel tempo che fu. Chiedetelo a me, che da quando sono in pensione ho pensato bene di complicarmi la vita con un “giochino” divertente, ma impegnativo, come Pramzanblog. Chiedetelo a Zoppi se la pensione è questa. Sì, chiedetelo a......
IL MASSIMO DEI VOTI: 110 CON LODE

Nessun commento: