O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 7 marzo 2010

Il libro in cinque volumi di Sartorio

MILLEDUECENTO PAGINE
DI PARMIGIANITÀ

È nelle edicole da venerdì il quinto e ultimo volume dello straordinario libro “Jerdlà”, di Lorenzo Sartorio, distribuito con la “Gazzetta di Parma” - Una vera e propria “enciclopedia” della memoria parmigiana - Costume e tradizioni, gastronomia, personaggi, vita contadina, Parma sparita

di ACHILLE MEZZADRI

L’Enciclopedia di Parma c’era già. Bellissima, una delle “chicche” più preziose di Franco Maria Ricci. Ma l’enciclopedia della parmigianità mancava. E lo splendido Jerdlà di Lorenzo Sartorio, opera in cinque volumi, edito dalla Tecnografica di Giuliano Colla, ha colmato il vuoto. Quasi milleduecento pagine tutte da leggere, che fanno riaffiorare storie, personaggi, tradizioni della Parma di ieri, anzi, di jerdlà, ieri l’altro. Per i malati di parmigianite, per gli strajè nostalgici, questa è proprio la soluzione salvifica. Una medicina da tenere in libreria, sempre a portata di mano, per rivivere quei momenti, quelle atmosfere, quegli incanti che sono stati cancellati dall’impietoso procedere del tempo. Ma quei momenti, quelle atmosfere, quegli incanti non possono sparire dal cuore di un parmigiano vero e Lorenzo Sartorio ha il grande merito di essere il paladino principe di queste memorie. Da venerdì è nelle edicole, assieme alla Gazzetta, l’ultimo dei cinque volumi. Ricco, come i precedenti, di suggestioni pramzàne. A partire dai personaggi. Da.......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: