/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 23 marzo 2010

Anche il baritono si aggrega alla "causa"

NUCCI, IL PARMIGIANO:
"SALVIAMO ENZO SICURI!"
Il grande cantante, appena ottenuta la cittadinanza onoraria, ha voluto conoscere la storia del "mat Sicuri" e sostiene, come molti parmigiani, che la statua a lui dedicata debba restare dov'è - Ne ha parlato anche con il vicesindaco Paolo Buzzi
Be', insomma adesso il "mat Sicuri" ha un testimonial d'eccezione in più: il neo parmigiano Leo Nucci. Durante una passeggiata nei borghi del centro assieme alla moglie e al creatore di Pramzanblog, ha voluto conoscere la storia di Enzo Sicuri. Ne è rimasto affascinato e quando ha saputo che la statua a lui dedicata in piazzale della Macina, per decisione di un'apposita commissione, dovrà sloggiare, meta il cimitero, ha disapprovato apertamente. "Ma va", ha detto "se questi erano i suoi borghi, è giusto che la statua resti qui. Poi, per andare al cimitero, ma va... Eppoi questa statua non è nemmeno brutta. A me piace. Poi non è vero che in tante città del mondo non ci siano statue dedicate a personaggi minori. A Tokyo c'è perfino una statua dedicata al cane che attese per vent'anni il suo padrone. A Bruxelles c'è il Menken Pis... A New York c'è la statua dedicata al cane Balto... No, questa è stata una bella idea e secondo me è giusto che Sicuri resti dov'è, dove è sempre stato, anche in vita". Pochi minuti dopo queste parole, pronunciate davanti alla statua realizzata da Maurizio Zaccardi, Nucci ha occasionalmente incontrato il vicesindaco, Paolo Buzzi. Due chiacchiere amichevoli, per commentare la cerimonia in Comune del giorno prima e anche due parole sulla statua di Sicuri. "Non spostatela mica, eh?", ha implorato il cantante. "Ho già detto, e confermo", ha risposto Buzzi "che lo spostamento della statua di Sicuri non è una delle priorità di Parma. Si potevano avere dei dubbi sulla collocazione della statua quando è stata fatta. Ma poi è stato scelto quel luogo, molto logico, e non vedo perché si debba cambiare una scelta che fu fatta a suo tempo. E comunque, confermo, non è una priorità". L'esercito degli "amici di Sicuri" può stare tranquillo: la situazione è sotto controllo e... Pramzanblog, veglierà...
(Nelle foto: 1) Leo Nucci e la moglie Adriana davanti alla statua di Sicuri; 2) Nucci con il vicesindaco Paolo Buzzi)

2 commenti:

e.piovani ha detto...

speriamo di contarlo anche tra i sostenitori di San Francesco del Prato... A proposito...e i 60.000.000 di euro in arrivo per il blocco della metropolitana..??

marcorepetti ha detto...

Spostare Sicuri da "casa sua" è vergognoso. Questa gente si vergogna della propria storia invece di farne un vanto. Ma un pò di vergogna verso se stessi no?