O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 15 febbraio 2010

Il nuovo numero di "Su il sipario"

LEO NUCCI TRIONFA
ANCHE NELLE LIBRERIE
Nella rubrica "Su il sipario" di questa settimana Paolo Zoppi parla del grande successo che sta ottenendo il libro "Leo Nucci, un baritono per caso", scritto da Achille Mascheroni e pubblicato da Azzali
Che successo. Leo Nucci trionfa sui palcoscenici di tutto il mondo (e recentemente alla Scala ha ricevuto una "storica" ovazione), ma anche in libreria. Infatti il libro a lui dedicato, Leo Nucci, un baritono per caso, scritto da Achille Mascheroni e pubblicato dall'editore parmigiano Azzali, sta avendo grande successo nelle librerie e incontra anche molto interesse quando viene presentato nelle più importanti città italiane. Proprio per questo il nostro Paolo Zoppi dedica questa settimana l'intera sua rubrica, "Su il sipario" al celebre baritono "neoparmigiano" e a questo "caso editoriale".

Nessun commento: