/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 16 febbraio 2010

Cerimonia ufficiale nell'aula consiliare

LEO NUCCI PARMIGIANO
DA LUNEDÌ 22 MARZO
Il celebre baritono sarà insignito della cittadinanza onoraria il giorno antecedente la "prima" del "Simone Boccanegra" di cui sarà il protagonista dal 23 marzo al 3 aprile - L'onorificenza è anche una battaglia vinta di "Pramzanblog", che l'aveva ampiamente sostenuta con "la carica dei 101" e un documento consegnato al sindaco - Determinanti anche il consigliere comunale Stefano Bianchi e il Coro Tebaldi
Prima della prima. Il giorno 22 marzo, un lunedì, sembra (per ora) alle ore 16, Leo Nucci avrà coronato ufficialmente il suo sogno di diventare "parmigiano". Il celebre baritono bolognese si considerava già "uno dei nostri" da parecchi anni ma, ancor di più, dall'ottobre scorso, quando il sindaco Pietro Vignali gli aveva comunicato personalmente al telefono che il consiglio comunale aveva votato all'unanimità la proposta di concedergli la cittadinanza onoraria. Nucci si era commosso ed era spuntata anche una lacrimuccia per un sogno che, finalmente, si era avverato. Un sogno realizzato al quale ha contribuito, e non poco, Pramzanblog. Da queste pagine, infatti, era partita l'iniziativa "La carica dei 101", una raccolta di firme tra personaggi importanti della città che desiderano avere Nucci come "concittadino". E ancora Pramzanblog aveva raccolto le firme delle più importanti associazioni culturali cittadine e aveva consegnato il documento nele mani del sindaco Pietro Vignali. Pramzanblog, Corsivoperò, non è stato solo nella "battaglia" vinta. Tra gli artefici c'è stato anche il consigliere comunale Stefano Bianchi, grande appassionato di lirica e "Aida" nel Club dei 27, che è stato il primo firmatario della richiesta di conferimento di cittadinanza onoraria. E poi Roberta Pinetti, il presidente del Coro Tebaldi, che pure ha inviato una richiesta ufficiale al sindaco. Insomma, un'operazione coordinata da più fronti, che ha avuto esito felice. E Leo, il grande Leo, che come abbiamo appena scritto, trionfa anche nelle librerie con la sua biografia "Leo Nucci: un baritono per caso", edita da Azzali, finalmente il 22 marzo riceverà il tanto atteso attestato dalle mani del sindaco Pietro Vignali e davanti al consiglio comunale presumibilmente al gran completo. E subito dopo, via con il "Simon Boccanegra" alla parmigiana. Nucci infatti, il 23, 25, 28, 30 marzo e il 3 aprile, sarà il protagonista dell'opera verdiana insieme con il concittadino Marco Spotti. E il 23 marzo Pramzanblog sarà presente al primo trionfo "ufficialmente parmigiano" di Leo Nucci, ospite nel palco della Corale Verdi.

Nessun commento: