O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 31 gennaio 2010

Speciale Stagione Lirica - I protagonisti

ALESSANDRA MARIANELLI
"Il mio successo più grande
è Nicola, mio figlio"
Per tutto il periodo della stagione lirica pubblichiamo una nuova rubrica a cura di Paolo Zoppi, intitolata "I protagonisti" - Cominciamo con Alessandra Marianelli, che ha debuttato in "Un giorno di regno"
di PAOLO ZOPPI
Graziosissima, slanciata, con un simpatico accento toscano, non sfacciato, pisano da non confondersi col fiorentino e men che meno con il livornese, Alessandra Marianelli sarà stasera Giulietta nel Giorno di Regno che inaugurerà la stagione lirica 2010 al Teatro Regio. Ventitre anni e qualche mese, certamente non è più l’età delle mele, ma si è comunque giovanissimi. Se poi consideriamo che i 23 anni sono di una cantante lirica, età in cui si percorrono a grandi e speranzosi passi i corridoi del Conservatorio, e per di più già in carriera, allora ci troviamo di fronte......

Nessun commento: