/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

Un po' in anticipo....


giovedì 7 gennaio 2010

Le interviste di Pramzanblog: Fausto Fulgoni

IL ROMANTICO DI PARMANel panorama nazionale della musica da ballo c’è anche lui, con le sue canzoni e le sue tournée in Italia e all’estero - Con “I Girasoli” è stato per mesi una presenza fissa a Mediaset – I successi dell’estate con “I romantici italiani” – “Quando il cardinal Samorè mi diede uno schiaffetto” - “Da bambino andavo a suonare le serenate alla Casa di riposo” – “Ho preso la passione per la musica dalla mia famiglia” – “Ho scritto anche una canzone dedicata a Padre Pio”
di ACHILLE MEZZADRI
Quando si dice: nemo profeta in Patria… Che verità! È il caso di Titti Bianchi, che è considerata la regina della musica popolare italiana e canta in tutte le balere del Nord Italia eccetto che (salvo qualche rara eccezione) quelle di Parma. È il caso del direttore d’orchestra Matteo Pagliari, che per avere un lavoro stabile deve andare a dirigere l’Orchestra Sinfonica nazionale del Perù. È il caso del basso medesanese Enrico Giuseppe Iori, che è richiesto dai teatri di tutta Italia e non dal Regio. L’elenco sarebbe lungo. E comunque è anche il caso di Fausto Fulgoni, classe 1948, tante tournée all’estero, tanta Tv (anche Mediaset), tanti dischi, ma scarse frequentazioni parmigiane. Come mai, vi chiederete. Andatelo a chiedere a chi......
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA

Nessun commento: