/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 23 gennaio 2010

Successo del progetto “Dai un cuore al Natale”

IL CUORE DI PARMA
HA FATTO 13
Sancito questa mattina con una conferenza stampa in Municipio il felice esito dell’iniziativa del centro commerciale Centro Torri, con Portos e il Gruppo Medaglie d’Oro: donati al Comune 13 defibrillatori, uno per quartiere e un corso di formazione per cento persone - Queste donazioni sono il frutto di 24.254 euro raccolti con il mercatino natalizio e la pista di pattinaggio

Che cos’è un defibrillatore? Lo sa bene chi ha problemi di cuore. È quella macchinetta salvavita che, attraverso una scarica elettrica riesce a rimettere a posto un cuore che sta facendo le bizze. Quante volte un cardiopatico ci ha rimesso le penne perché non c’è stato il tempo di collegarlo a un defibrillatore. Regalare, dunque, un defibrillatore a una città, è sempre un atto virtuoso. Tanto più se la città ha 13 quartieri e se ne regalano tredici di defibrillatori, uno per quartiere. È questo il risultato ottenuto dallo straordinario progetto “Dai un Cuore al Natale”, nato con un obiettivo che sembrava molto arduo da raggiungere: donare a Parma, appunto, 13 defibrillatori, uno per ciascuno dei 13 quartieri! Bingo! Obiettivo centrato. Parma diventa così una delle prime città in Italia (forse addirittura la prima) a dotare di defibrillatori ogni suo quartiere. La cifra record di 24254 euro, raccolta in poco più di un mese, si deve sia alla gene-rosità dei parmigiani sia agli organizzatori dell’iniziativa: il centro commerciale.......
(Nella foto: a sinistra Andrea Corò, Gianni Castaldini, Fabio Fecci, Fabrizio Pallini)

Nessun commento: