O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


sabato 9 maggio 2009

Rugby Parma: oggi è andata così

CALVISANO 20 - OVERMACH 14
GIALLOBLU ESCLUSI
DALLE SEMIFINALI
L'Overmach Rugby Parma, purtroppo non ce l'ha fatta ad agguantare le semifinali del Super 10. Ha perso la partita decisiva, a Calvisano, per 20 a 14 ed è stata raggiunta in classifica dal Femi Rovigo che ha vinto a Venezia per 25 a 15 con una meta segnata sul finire, quando l'Overmach sembrava ormai qualificata. Passa il Rovigo, per le vittorie negli scontri diretti. Brutta giornata per il rugby parmigiano: retrocesso il Plusvalore Gran Parma. La cassifica finale della stagione regolare: Montepaschi Viadana 61, Benetton Treviso 59, Cammi Calvisano 54, Femi Rovigo 52, Overmach Rugby Parma 52, Carrera Petrarca 42, Futura Park Roma 28,  Casinò Venezia 27, Almaviva Capitolina 26, Plusvalore Gran Parma 22. In semifinale le prime quattro.
Marcatori: Pt: al 16' m. Rubini (0-5), al 18' m. Ghirarldini tr. Fraser (7-5); al 30' cp. Fraser (10-5), al 37' cp. Fraser (13-5); St: al 7' cp. Irving (13-8); al 34' cp. Mazzariol (13-11); al 37' m. Griffen tr. Fraser (20-11); al 41' cp. Mazzariol (20-14)
IL COMMENTO A CALDO DI BERSELLINI
"L'amarezza è davvero grande. La Rugby Parma in tutto l'arco del campionato aveva meritato i playoff e invece adesso ci troviamo con un pugno di mosche in mano. E pensare che, nonostante la sconfitta, fino a pochi minuti dalla fine eravamo qualificati. Ma il Rovigo ha segnato una meta e ci ha condannati. La nostra partita, oggi, è stata molto combattuta. Siamo partiti bene, siamo andati in vantaggio dopo un quarto d'ora con una meta di Rubini, poi il Calvisano ha preso un po' il sopravvento e il primo tempo è finito 13 a 5 per loro. Ma nel secondo tempo siamo partiti bene e ci siamo avvicinati, al punto che siamo arrivati perfino al 13 a 11 per loro. Sembrava fatta. Invece il Calvisano ha trovato una meta e alla fine abbiamo perso con sei punti di scarto. Il punto guadagnato non è stato sufficiente per regalarci le semifinali. La squadra aveva lavorato tanto per raggiungere l'obiettivo dei playoff, ma l'impegno, la passione, la fatica, non sono bastati. Dispiace per i ragazzi, dispiace per la società, dispiace per Cavinato, che alla fine della partita ha detto ai ragazzi di essere orgoglioso di loro, per come hanno giocato questa partita e tutto il campionato. Per il futuro vedremo. A caldo non si possono e non si devono prendere decisioni. Rimane la considerazione, amara, che i mancati raggiungimenti degli obiettivi lasciano sempre il segno, anche quando si è dimostrato di essere meritevoli. Lasciamo passare questa cocente delusione. Poi, a mente fredda, si potrà pensare al futuro e prendere delle decisioni".
PLUSVALORE GRAN PARMA 18
MONTEPASCHI VIADANA 43
(Gran retrocesso)

Nessun commento: