O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


mercoledì 20 maggio 2009

Quelli che... hanno a cuore la città

CARO COMUNE TI SCRIVO
Una lettrice ha scritto al sindaco e agli assessori, e per conoscenza agli organi di informazione, per denunciare la situazione del parco di via Riomaggiore e via Sanremo - La risposta dell'assessore al verde pubblico Cristina Sassi
E i parmigiani scrivono, scrivono. Prova di democrazia. Denunce di cose non fatte e o non fatte bene. proposte. Spesso costruttive. Scrivono al Comune in generale. O direttamente al sindaco, o direttamene all'assesore direttamente deputato alla questione. Scrivono e inviano, per conoscenza, agli organi di informazione. A volte perfino a Pramzanblog, che ringrazia di tanta fiducia. Come la lettrice Flavia De Conto che si lamenta della situazione del parco di via Riomaggiore e via Sanremo, allegando foto. Ecco la sua lettera, e la risposta dell'assessore comunale al verde pubblico Cristina Sassi.
LA LETTERA DELLA LETTRICE:
















"Sono una residente nel quartiere Molinetto e vorrei portare alla Vostra attenzione il senso di disagio ed imbarazzo che mi attanagliano quando percorro quotidianamente il parco di Via Riomaggiore /Sanremo.

Ritengo insensato che un parco destinato a suo tempo ad area verde pubblica e centro sportivo,venga dapprima deturpato da un asilo che , seppur di pubblica utilità, di pessimo gusto cromatico ed estetico e dall'ennesima opera di soppressione del verde operata all'interno della struttura del Cral USL.

Se la prima è un'edificazione con la quale di deve per pubblica necessità convivere, la seconda mi pare indice di una gestione pessima della cosa pubblica.

Mi sono informata in merito ed ho saputo che è stata sottratta ampia porzione di un campo di calcio ad un quartiere già poverissimo di strutture a favore di un ente che non ha mai fatto nulla di socialmente utile per il quartiere laddove la convenzione prevedeva un comportamento diverso. Basta guardarsi attorno e vedere quanto verde è venuto a mancare per creare l'ennesimo parcheggio (ce ne sono almeno quattro ad un tiro di schioppo). Forse le mie parole non rendono come vorrei. Spero lo possano fare le foto che mi permetto di inviarVi. Sarebbe bello sapere chi ha autorizzato simile scempio e sarebbe bello che si fosse ecologisti non solo nel chiudere il centro alle auto il giovedì ma anche nel preservare un minimo il partimonio naturale che si ha nei vari quartieri.

Cordialità

Flavia De Conto"

LA RISPOSTA DELL'ASSESSORE

Gentile sig.ra Deconto,
"La ringrazio per avermi contattato. La situazione da lei descritta è a noi nota tanto che sono stati avviati accertamenti affinchè si verifichino possibili abusi di ampliamenti non autorizzati. Detto questo mi preme però sottolineare che nella zona di Via Riomaggiore Via Sanremo Via Portofino, via Manara, le aree adibite a Verde Pubblico sono di circa 12000 mq; inoltre  queste aree sono collegate con il nuovo parco di Ca' Peschiera che ha un estensione di 14.200 mq, di fatto siamo difronte ad una delle zone con più verde pubblico della città, alcuni parchi saranno oggetto anche di migliorie in modo da soddisfare le varie esigenze che ci sono state segnalate. La ringrazio ancora per l'attenzione avuta".

(Nelle foto, dall'alto: 1) e 2) Il parco di via Riomaggiore e via Sanremo; 3) L'assessore Cristina Sassi)

1 commento:

Maganuco ha detto...

Assessore, adesso che ci ha illustrato l'ampia metratura di verde (di fatto siamo ancora in piena campagna in quella zona o almeno fintanto che non ci si metterà mano) vuole fare anche l'elenco delle squadre di calcio che non hanno un campo dove giocare e vogliamo affermare che chi gestisce il CRAL USL come impianto sportivo è un pochino disonesto? Vogliamo affermare che l'Astra con 250 iscritti si allena in un campo parrocchiale mentre i Crociati hanno un campo comunale (Franchini) in gestione e sono in trenta atleti , si sono visti assegnare anche l'uso di questo solo per far dispetto all'Astra in quanto il suo presidente non è simpatico alla direzione Cral e per non vedersi togliere la propria concessione per mancata apertura alle squadre di quartiere?
Vogliamo aggiungere che avete assegnato il campo di via TARO alla Giovane Italia che non ha più squadre dal tempo di Mazzini? Non è questione di verde, assessore, ma di metri calpestabili dai tacchetti delle scarpe da calcio dei bambini, se la vuol capire...