O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


martedì 26 maggio 2009

Parma d'una volta: i nomi antichi delle vie

QUANDO BORGO DEL CORREGGIO
ERA BORGO DEGLI UCCELLACCI
Sotto i nomi attuali delle vie si leggono quelli d'una volta, ma chi ci bada? Ecco, in un elenco parziale, come si chiamavano le vie dei nostri nonni
Provate a chiedere: come si chiama adesso l'ex Strada dei Genovesi? Oppure: qual è il nome attuale di borgo de Governo? Oppure: come si chiamava una volta via Carducci? Difficile che abbiate risposta, o meno che non parliate con qualche centenario o qualche appassionato di storia patria. Perché i nomi antichi delle nostre vie sono indicati sotto il nome attuale, ma chi ci fa caso? Trovo curioso, dunque, dare una "rispolverata", ad uso e consumo in particolare dei più giovani. Qualche rinfrescatina sul passato di Parma non fa mai male. E magari anche ricordare che gran parte delle modifiche dei nomi delle vie cittadine avvenne, non senza polemiche e dispute, nel 1889, 120 anni fa. L'elenco qui sotto non ha la pretese di essere completo, però un'idea la dà. Si può notare, per esempio, che la rivoluzione toponomastica ha "segato" molti santi: tra questi Santa Lucia, San Barnaba, San Giobbe, San Quirino... Ma sono spariti anche vicolo del voltone, e borgo della rosa, e piazzale del gallo, e borgo fregatetti e borgo del vescovo... Parma d'una volta.... Parma che ha cambiato aspetto, che ha perso monumenti (per colpe del destino, a volte, ma spesso degli uomini), che ha cambiato i nomi delle sue vie.
Ecco una parte delle sue metamorfosi:

Piazza Cesare Battisti : ex Piazza Peschiera Vecchia

Borgo Bernabei : ex Borgo Bertani

Strada Nino Bixio; ex via San Francesco

Strada Cardinal Ferrari: ex Via del Seminario

Via Carducci : ex Borgo del Voltone

Borgo Catena: ex Borgo Fregatetti

Via Cavour: ex Strada Santa Lucia

Borgo Pietro Cocconi : ex Borgo Taschieri 

Borgo Correggio: Vicolo degli uccellacci

Piazza Corridoni: ex Piazza della Rocchetta

Piazzale Dalla Chiesa: ex piazzale Bottego; ex piazzale della stazione

Strada Massimo D'Azeglio: ex Strada Santa Croce

Strada Farini : ex Strada dei Genovesi

Borgo Gian. B. Fornovo: ex Borgo degli Asini

Piazza Garibaldi : ex Piazza Grande

Via Garibaldi: ex Strada San Barnaba

Via Carlo Goldoni:  ex Borgo della Rosa; ex via Alberelli

Borgo Grassani : ex Borgo San Giobbe

Via Imbriani : ex  Borgo fiore; ex Strada del quartiere

Strada Inzani : ex P.le degli Avertisi

Borgo Goffredo Mameli : ex Borgo del Governo

Borgo Angelo Mazza: ex Borgo bondiola

Via Mazzini : ex  Strada San Quintino e San Cristoforo

Via Monte Grappa: ex Borghi dei Cappuccini

Piazzale della Pace: ex Piazzale Gioco del pallone

Borgo del Parmigianino: ex Borgo delle Asse

Strada Pisacane: ex Borgo del Teatro

Via della Repubblica: ex Strada San Michele: ex Via Vittorio Emanuele II

Borgo Romagnosi : ex Borgo S. Quirino

Piazzale San Bartolomeo: ex Piazzale del gallo

Borgo Nazario Sauro: ex Borgo delle Caligarie

Borgo Tanzi: ex Borgo San Giacomo

Strada XX Settembre: ex Borgo del Vescovo

4 commenti:

e.piovani ha detto...

Erano molto più belli, caratteristici ed anche più facili da ricordare. Alcuni borghi del centro sono intitolati a personaggi che nulla hanno a che fare con Parma e che a stento ricordiamo cosa abbiano fatto.
I loro nomi si trovano ovunque nelle altre città, senza avere nessun nesso particolare con la storia della strada o di Parma.
Vogliamo mettere come è più bello il nome "Borgo del Voltone" (che ricorda tra l'altro la volta che caratterizzava la strada) confronto a Via Giosuè Carducci? (senza nulla togliere al poeta, se proprio vogliamo, intitogliamogli una via in periferia)
Borgo dei Tre Re con Borgo Basini (che almeno però era parmigiano, cosa che spesso non avviene con altre intitolazione)?
Borgo Goldoni con Borgo della Rosa?
Via Affò con borgo delle Scuderie? Strada Giordani con Trajolo San Paolo?
Strada Cavallotti con Borgo Strinato?
Borgo XX Marzo con Borgo della Macina?
Strada Cairoli con Borgo Riolo? Borgo dei Servi con Strada Saffi? Borgo Claudio Merulo con Borgo della Morte?
Via Maestri con borgo del Gesso? Via Cavestro con Borgo Quattro Malcantoni?
Via Oberdan con Borgo del Cappello?
Via Palermo con Strada dei Mulini bassi?
Insomma...la lista sarebbe lunga, anzi lunghissima. E ogni volta ci fa rimpiangere il vecchio nome, che non solo si addice meglio alle nostre strade, ma fa rivivere un pezzo della nostra storia ogni volta che lo si nomina. Spesso piccole storie che rischiano di essere dimenticate.
Una precisazione: Borgo Tanzi era chiamato Borgo Santa Teresa (per via della scomparsa chiesa bombardata durante l'ultima guerra). Borgo San Giacomo, partiva dall'attuale Piazzale San Giacomo (la piazzetta che si affaccia su via D'Azeglio) unendo via D'Azeglio con l'attuale Borgo Tanzi. Essendo strettissimo, i proprietari delle case che vi si affacciano chiesero la sua chiusura al comune di Parma nel corso del 900. E' per questo che borgo San Giacomo esiste ancora, ma è visibile soltanto da chi vi abita in quanto chiuso da un piccolo cancello.

pramzanserass ha detto...

Veramente bello.Bravo Piovani.E bravo anche a Achille Mezzadri.
Si potrebbe scrivere un " libello" on-line ,perche' no ?
Dare ai parmigiani di oggi ( ed a tutti coloro i quali ignorano) ,la vera storia toponomastica dei nomi delle nostre strade ,dei nostri borghi.
Cosa ne pensate ?
Pramzanserass

Al Lenny ha detto...

come avevo già detto con Mezzadri io una cosa del genere ce l'ho già bella pronta con tanto di planimetrie (una specie di guida turistica del 1850).
se trovassi qualcuno che la pubblica sarei proprio contento per fare un omaggio all'autore (mio padre) !!!

alina bergamaschi ha detto...

come mi piacciono questi discorsi...