O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 16 maggio 2009

Lunedì 25 concerto benefico al Paganini

LEO NUCCI SUPERSTAR
PER L'AQUILA
Il celebre baritono bolognese, grande amico di Parma , sarà il principale protagonista del concerto organizzato dal Coro Tebaldi e da Parma Lirica per aiutare la rinascita del Conservatorio di L'Aquila, reso inagibile dal terremoto - Completano il cast il tenore Antonio Corianò, il Coro Tebaldi, il soprano Maria Giovanna Pattera, il tenore Luigi Rossetti, il basso Massimiliano Catellani, il Coro Tebaldi e il Coro di voci bianche "Ars Canto"

Quindici euri. Soltanto quindici euri per trascorrere una serata di grande musica all'Auditorium Paganini (lunedì 25 maggiio, ore 21), organizzata dal Coro Tebaldi con la collaborazione del Circolo Culturale Parma Lirica, ad ascoltare uno dei baritoni più celebrati e più bravi del mondo, Leo Nucci. Quindici euri per ascoltare il giovane tenore Antonio Corianò, e il Coro Renata Tebaldi diretto dal maestro Sebastiano Rolli (al piano la maestra Serena Fava), e il coro di voci bianche "Ars canto" e i solisti Maria Giovanna Pattera (soprano), Luigi Rossetti (tenore) e Massimiliano Catellani (basso). Quindici euri spesi bene, soprattutto pensando che l'incasso di questo "Concerto Vocale Benefico" servirà per aiutare la rinascita del Conservatorio Casella di L'Aquila, reso inagibile dal terremoto. È anche e soprattutto per questo motivo che il grande Nucci, che è presidente onorario del Coro Tebaldi, ha accettato di esibirsi al Paganini. Nucci, che è bolognese, si sa, è un grande amico di Parma. E non ha mai nascosto la sua "parmigianità". Fu proprio grazie a Parma Lirica che Nucci cominciò la sua "storia d'amore" con la nostra città. Il1° novembre 1975, infatti, Parma Lirica invitò a cantare per un concerto un soprano che allora andava per la maggiore, Adriana Anelli. Li accettò, ma chiese di far cantare anche suo marito, Leo Nucci, che allora aveva una notorietà inferiore alla sua.
Nucci si esibì ed entusiasmò il pubblico. La grande amicizia con Parma nacque allora e non ha mai avuto momenti di crisi. Arrivando al culmine il 4 giugno 1993 quando Nucci fu insignito del prestigioso "cavalierato di Verdi" del Club dei 27. Ma anche nello scorso dicembre, quando fu insignito della presidenza onoraria del Coro Tebaldi.

"Io amo Parma", disse Nucci in quella occasione "e sono felice che questo mio sentimento sia stato riconosciuto in questo modo".
Altro protagonista del Concerto benefico a favore del Conservatorio Casella di L'Aquila sarà il giovane tenore brindisino Antonio Corianò, 31 anni, che è stato allievo di Mirella Freni e Renata Scotto ed ha fatto parte del Coro del Teatro Regio dal 2003 al 2005.
Presenterà la serata Manuela Boselli, di Tv Parma.
I biglietti (15 euri) sono in vendita presso: Teatro Regio, Azzali Editori, Parma Lirica e Cartoleria Gulliver.
(Nelle foto, dall'alto - CLICCARE PER INGRANDIRE - : 1) Leo Nucci; 2) La locandina del concerto benefico del 25 maggio; 3) Leo Nucci con uno dei suoi grandi amici parmigiani, Alberto Michelotti (Don Carlos del Club dei 27); 4) Il tenore Antonio Corianò; 5) Il Coro Tebaldi; 6) Manuela Boselli di Tv Parma)

Nessun commento: