O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 30 maggio 2009

La proposta del lettore Clopjj

PIAZZA DELLA PACE:
DA COSÌ A COSÌ
Clopjj, già noto a chi legge Pramzanblog per i suoi contributi filmati di carattere parmigiano scaricati su Youtube, ci ha inviato un suo "progetto" sulla piazza, che ricalca in parte quello dell'architetto Canali, del 1975 - Che ne dite?
Qualche lettore attento si ricorderà certamente di Clopjj: è un altro lettore, affezionato a Pramzanblog, del quale più volte abbiamo utilizzato i suoi preziosi filmati - documento, di interesse parmigiano, scaricati su Youtube. Per esempio quello di Giovanni Guareschi che fece fare l'attore per Indro Montanelli, oppure il collage di straordinari interventi di Paola Borboni. Questa volta Clopjj non ci ha inviato alcun filmato, ma una proposta. Una proposta urbanistica che riapre un problema antico: la sistemazione di Piazzale della Pace. Argomento che, tanti anni fa, sollevò un polverone di polemiche. Meglio il progetto di Guido Canali? Meglio il progetto di Mario Botta? Ora Clopjj, innamorato di Parma, vuole riaprire, nel suo piccolo, la questione. Pubblichiamo integralmente la lettera che ci ha inviato, corredandola di immagini.
"Ringraziandola per l’attenzione che ha sempre dimostrato alle mie segnalazioni su Youtube, le invio stavolta questo mio progetto per cercare di risolvere il problema ormai pluridecennale di “Piazza dei guasti” ovvero Piazzale della Pace, corredato di fotografie.
Come tutti sanno, l’ex Palazzo Ducale, ricostruito nel 1833 da
Nicola Bettoli, fu distrutto dai bombardamenti del 1944, bombardamenti che hanno causato - oltre alla “ferita” inferta ai muri della Pilotta - la comparsa di un “vuoto” architettonico nella parte sinistra di Piazzale della Pace, che ne ha compromesso l’armonia dell’insieme. Si è cercato nei decenni successivi di risolvere il problema con i vari progetti degli architetti incaricati di risistemare la piazza (dalla proposta di Guido Canali del 1975 con l’utilizzo come quinte di alberi ad alto fusto, al progetto del “cilindro” di Mario Botta, l’architetto ticinese che riuscì nel 2001 a ristrutturare la piazza, ma senza il cilindro, contestato da tutti. Il vuoto quindi è rimasto ancora oggi.
La mia proposta riprende l’idea del Canali: un quadrilatero di alberi ad alto fusto in corrispondenza (anche non esatta) del perimetro esterno dello scomparso Palazzo Ducale. Dovrebbe avere la cubatura dell’edificio distrutto dalle bombe. Allego la rielaborazione fotografica del progetto: la piazza prima e dopo "l’intervento".
Questi i vantaggi:
a) Riempire il vuoto e nascondere il muro danneggiato della Pilotta (che comunque rimane osservabile entrando nel quadrilatero arboreo) con una spesa minima e un buon effetto visivo.
b) Gli abitanti delle case poste in zona Ghiaia, che guardano verso la piazza, avranno coperta sì la vista, ma da una cortina naturale di alberi, sicuramente più gradevole di un muro di cemento.
c) L’utilizzo delle piante come richiamo alla struttura architettonica scomparsa è già presente in Piazzale della Pace a pochi metri di distanza, con i pioppi - colonne della distrutta chiesa di San Pietro Martire.
Riguardo al tipo di piante, dovendo schermare gli edifici retrostanti, sarebbe preferibile l’utilizzo di alberi sempreverdi e dalla chioma compatta (per esempio cipressi) in modo da mantenere l’effetto anche nei mesi invernali. In alternativa si potrebbe pensare ad un traliccio metallico completamente ricoperto da rampicanti sempreverdi.
Grazie da Clopjj"

(Nelle foto, dall'alto: 1) Piazza della Pace com'è; 2) Piazza della Pace come potrebbe essere secondo il "progetto" del lettore Clopjj; 3) La "ferita" del bombardato Palazzo Ducale; 4) Il Palazzo Ducale in un dipinto d'epoca; 5) Il progetto del 1975 dell'architetto Canali /la freccia rossa indica la fila degli alberi/)

3 commenti:

Cloppj ha detto...

Grazie per la pubblicazione!

e.piovani ha detto...

devo dire la verità, il progetto non mi dice più di tanto. Piazzale della Pace ha raggiunto un suo equilibrio testimoniato anche da quanto è frequentato dai parmigiani e fotografato dai turisti. Innanzitutto a mio parere i segni sui muri della Pilotta lasciati dalle bombe ci stanno benissimo. Non sono qualcosa da coprire, anzi ci ricordano della storia accaduta in qualla parte di città. Inoltre, il vuoto dietro la pilotta, isola in qualche modo la sua mole e le da profondità. Con la cortina di piante progettata questo effetto si perderebbe e la pilotta perdendo "una dimensione" apparirebbe piatta e meno valorizzata. E' vero che quelle case sono bruttine, che mezzo palazzo della provincia è senza decorazioni, che ci sono delle brutte abitazioni moderne etc etc, ma serve per dare un senso storico alla piazza, nata dai bombardamenti e non da progetti. I veri problemi di piazzale della pace sono altri. Ad esempio il canalino d'acqua che la circonda. E' sempre a secco, e da anni. Lasciarlo come è non ha senso. I suoi problemi nascono dalla sua dimensione troppo limitata. Se ad esempio ci fosse un bel canalino d'acqua come c'è in altre città europee (ad esempio friburgo in germania) largo 40 cms, smetterebbe di essere un pericolo in quanto molto più evidente, sarebbe più facile da far funzionare (cosi' piccolo alla minima cosa che ci finisce dentro si intoppa) e avrebbe un senso, anche estetico. Quindi, o lo si allarga facendolo funzionare o lo si chiude. Per il resto piazzale della pace non mi dispiace. Sarei pero' molto felice di vedere un progetto di cloppj per valorizzare piazza ghiaia (li si che c'è tanto da nascondere) o per via mazzini, o ancora, visto che il comune sta elaborando un progetto suo, per la piazzetta a sinistra dell'Annunziata all'inizio di via imbriani.

pramzanserass ha detto...

Benissimo.
Bravo il lettore "Amico" Cloppj,che propone un' idea "Realizzabile" per la sistemazione di Piazzale della Pace.
Bravo e coerente il lettore-" Amico " Piovani che coerentemente dice la sua.Un' altro merito si aggiunge ai tanti conquistati sul campo da parte del blog:
il dialogo costruttivo di chi Ama la nostra citta'e non si limita a una mera critica fine solo a se stessa. Questa e' la strada giusta.Percorriamola insieme.
Pramzanserass