O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


sabato 2 maggio 2009

Cór crozè: l'opinione di Alberto Michelotti

ADÉSA A GH'È
DA SANGONÄR
AVELLINO - PARMA 3-3 Ragàs, a 'm són rabì. L'è mìga posìbbil butär vìa 'na vitòrja acsì. Eravamo in vantaggio per 2 a 1 e Guidolin ha tolto Reginaldo, che stava facendo bene, per mettere dentro Falcone. Abbiamo avuto paura di perdere. E abbiamo proprio rischiato di perdere, con questo cambio. Adésa a gh'è da sangonär... perché ci aspettano quattro partite toste.
Com'è andata, in generale, questa partita?
L'avevamo vinta e stravinta... invece è arrivato il pareggio, proprio mentre il Livorno ha vinto e ci ha rosicchiato due punti. Ora è a sei. E pensare che a dieci minuti dalla fine avevamo dieci punti di vantaggio... Èmma magnè dl'òca. Oca e nàdor. Scrìvva, scrivvà: menù d'incó, oca e nàdor.
Che cosa puoi dire del primo tempo?
Nel primo tempo l'Avellino non ha fatto un tiro in porta. E noi, che oggi eravamo in maglia crociata, ne abbiamo fatti quattro o cinque. La partita sembrava avviata bene...
E nel secondo?
Per un quarto d'ora l'Avellino ha dominato, a 'l s'à tot in méza cmé 'n giovedì. Poi però il Parma ha ripreso la supremazia. Sul 2 a 1 era fatta, e tanto più sul 3 a 1, naturalmente. Invéci po... un dizàstor. Oh, ragàs, a sèmma stè tot in méza dal sjor Ciòtola, dal sjor Gazzola, dal sjor Pepén, e da coll Babù là... Mo chi j'éni?
Pavarini?
Non ha colpe sui gol.
Un giudizio sulla difesa?
Nonostante i tre gol presi, non male. Soprattutto a 'l m'è piazù Troest, che ha una grande sicurezza sulle palle alte, non ne sbaglia una, perde un momentino invece nell'uomo contro uomo.
E il centrocampo?
Cimba-Reginaldo ha giocato da mezza punta e non è andato male, ma Guidolin l'à tirè zò. A 'l gh'äva paùra 'd pérdor. E l'à mìss déntor Falcón, che secónd mi l'éra fóra cmé 'n... falcón. Mariga-lattemiele, così così.
Un parere sull'attacco.
Paloschi era troppo isolato. Tanto impegno, ma troppo isolato.
Il migliore del Parma?
Morrone, che ha sempre lottato.
E il peggiore?
Incó mi a dàgh cuàtor a tutti. Perché hanno buttato via una partita già vinta.
Un voto a Guidolin.
Cuàtor ànca a lu. Al màsim sinc. Perché non ha avuto il coraggio di vincere.
Pramzan45

Nessun commento: