O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 16 maggio 2009

Bellè e Michelotti analizzano l'anno del Parma


ORA TENIAMOCI I MIGLIORI
Mentre è già cominciata la festa, a Cittadella e a Parma, ecco come, a caldo, viene giudicato l'immediato ritorno in A del Parma da due personaggi molto popolari tra i tifosi, Gianfranco Bellè e Alberto Michelotti













A Gianfranco Bellè, già capo della redazione sportiva della "Gazzetta di Parma", autore di libri "crociati" e già conduttore di trasmissioni televisive calcistiche, e al grande ex arbitro Alberto Michelotti, attuale "collaboratore" di Pramzanblog, abbiamo posto sei domande a caldo, sul trionfale campionato del Parma, che ha portato i crociati - gialloblu a un immediato ritorno nella massima serie.

1) Quando hai capito che il Parma ce l'avrebbe fatta a risalire subito in A?

2) Se la società avesse pazientato ancora un po' sarebbe stata proprio impossibile la risalita con la gestione Cagni?

3) Questa promozione è merito di tutta la squadra o c'è stato qualche singolo determinante?

4) Un commento complessivo sulla gestione di Francesco Guidolin. 

5) Il mercato: quali sono i giocatori dei quali non si dovrebbe fare a meno anche in A?

6) Luca Cigarini e Daniele Dessena l'anno scorso furono dati in comproprietà con il proposito annunciato di farli eventualmente ritornare in maglia crociata una volta tornati in A: sarebbe ancora necessario?

LE RISPOSTE DI BELLÈ

1) Dopo la vittoria esterna di Frosinone, per 2 a 1. Il Parma, dopo essere stato in svantaggio, seppe reuperare e vincere. Fu una prova di grande solidità, che dimostrò tutte le possibilità della squadra, che infatti da quel momento cambiò decisamente il suo cammino.

2) Forse sì, perché ormai si era rotto l'equilibrio tra il tecnico e la squadra.

3) Di determinante ci può essere stato, secondo me, Paloschi, che con i suoi gol ha dato una bella spinta al cammino del Parma. Ma anche i gol su rigore di Cristiano Lucarelli non vanno dimenticati.

4) Guidolin ha avuto il grande merito di rendere vincente un gruppo che era un po' alla deriva.

5) Direi Alessandro Lucarelli, Paloschi e Mariga. Comunque secondo me, per la A, è una squadra che va puntellata in vari reparti. Ha bisogno di un portiere, di due difensori, due centrocampisti e due punte.

6) Sarebbero necessari entrambi, ma Cigarini andrà al Napoli, con una contropartita di cinque milioni di euri. Dessena invece, che è stato poco utilizzato dalla Sampdoria, potrebbe avere ottime motivazioni per un ritorno nella sua città. E sarebbe certamente utile per il centrocampo.

LE RISPOSTE DI MICHELOTTI

1) Dopo la vittoria esterna con il Bari, per 2 a 0. Con quel risultato ho capito che questa squadra poteva realizzare il suo sogno. In precedenza invece l'avevo vista grigia dopo il pareggio interno con il Treviso: allora avevo un po' creduto che avessimo peso il tram.

2) La risalita con Cagni sarebbe stata quasi impossibile

3) Mariga. Il momento determinante per la promozione del Parma è stato quando Guidolin ha capito di dover utilizzare stabilmente "Lattemiele". 

4) Una gestione che merita un gran bel voto: otto. Ha lavorato molto bene. Peccato che sorrida poco, al punto che io l'ho sempre chiamato "lacrima sul viso"... L'altro giorno ci siamo incontrati e gli ho detto: "Dai Francesco, fai un bel sorriso. Fa andär la bòca fìnna a pr'ària"... E lui mi ha risposto: "L'arbitro ha sempre ragione".

5) Mariga e Paloschi sicuramete. Aspettiamo un attimino Vantaggiato e anche il giovane Lucarelli. E terrei a bagnomaria Troest e Paci.

6) Cigarini va al Napoli e quindi njént da fär. Daniele Dessena, invece, potrebbe essere l'uomo giusto per dare più peso al centrocampo.


(Nelle foto, dall'alto: 1) Così accolse il Parma in A la "Gazzetta di Parma" del 28 maggio 1990; 2) Alberto Michelotti e Gianfranco Bellè insieme a una puntata di Bar Sport di Tv Parma; 3) Gianfranco Belllè; 4) Alberto Michelotti; 4) Lo speciale della "Gazzetta di Parma" sulla promozione in A del Parma nel 1990)

Nessun commento: