O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


martedì 17 febbraio 2009

Tra due giorni "Lucia di Lammermoor"

DESIRÉE RANCATORE
PARMIGIANA D'ADOZIONE

Il soprano palermitano, che si accinge a vestire i panni della Lucia donizettiana al Regio, è sempre più legata alla nostra città - Il suo debutto italiano lo fece proprio qui, nel 1997, nell'"Arlesiana" - Questa è la quinta opera che canta a Parma

Trentadue anni, palermitana, bellezza mediterranea, voce d'angelo: questa in sintesi Desirée Rancatore, il popolare soprano che giovedì sera, alle 20, sarà la protagonista della "prima" della "Lucia di Lammermoor" di Gaetano Donizetti, seconda opera della stagione lirica 2009 del Teatro Regio. Un'opera a lei congeniale, anzi uno dei suoi cavalli di battaglia. Felice di cantare a Parma, dove ormai è di casa. In un certo senso è una delle più "parmigiane" delle cantanti liriche non della nostra terra. Perché qui, a Parma, ha fatto il suo debutto italiano, nel 1997. Dopo l'esordio assoluto al Festival di Salisburgo, proprio al Teatro Regio ha cantato per la prima volta in un'opera in Italia: l'Arlesiana di Francesco Cilea. Poi, tra gennaio e febbraio del 2004 ha cantato in "Les contes d'Hoffman". Il terzo appuntamento con Parma era nel 2005, quando avrebbe dovuto cantare nel "Rigoletto", ma dovette rinunciare per motivi di salute che la costrinsero ad abbandonare provvisoriamente le scene. Ma Parma l'ha aspettata ed infatti tra il 13 e il 26 gennaio del 2008 è tornata al Regio, sempre durante la stagione lirica, per "Scene dal Faust di Goethe", di Gounod. Applausi, sempre applausi dai parmigiani. I quali parmigiani hanno avuto occasione di applaudirla ancora nell'ottobre scorso, quando finalmente ha potuto essere Gilda al Regio, in uno strepitoso "Rigoletto" con Leo Nucci, inserito nel Festival verdiano. E adesso, con la "Lucia di Lammermoor" di giovedì sera, la sua quinta opera al Regio, divenuto ormai la sua seconda casa.
Senza dimenticare che Desirée il 21 dicembre 2007 ha anche partecipato a un concerto vocale all'Auditorium Paganini, assieme al basso parmigiano Michele Pertusi e al tenore Massimiliano Pisapia.
(Nelle foto, dall'alto: 1) Desirée Rancatore; 2) In un concerto; 3) Nel "Ratto dal serraglio")
DESIRÉE RANCATORE SU YOUTUBE:
In "Rigoletto", con Leo Nucci (a Parma, con bis)
In "Elisir d'amore"
Nei "Puritani"
Nel "Ratto dal serraglio"
Durante un'intervista e mentre fa le scale vocali

Nessun commento: