O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 10 febbraio 2009

Se a Parma ci fosse il mare... -7-

IL GOVERNATORE GALLEGGIANTE
Continua la pubblicazione della serie delle cartoline inventate dal cartolaio Pietro Bocchialini negli anni '30
In questa nuova cartolina della serie "Se a Parma ci fosse il mare..." il Palazzo del Governatore (che fu sede del Capitano del Popolo alla fine del XII secolo e che nel 1760 fu modificato nel suo attuale aspetto da Ennemond Petitot) sembra galleggiare (assieme alla statua di Giuseppe Garibaldi) nel cuore della città. Tutto intorno barche, barchini e gondole che si avviano verso via Cavour, proprio la via dove Pietro Bocchialini, il cartolaio che inventò la serie, aveva il suo negozio. Sul filo dell'immaginazione che animò Bocchialini, anche noi possiamo immaginare i notabili della città, sindaco, assessori, personaggi illustri, sul balcone del Palazzo del Governatore, mentre assistono alla partenza della tradizionale "Regata Storica Pramzàna" che parte da Piazza Garibaldi, dove pure è l'arrivo, e percorre per tutta la sua lunghezza il nostro Canäl Grand.

Nessun commento: