/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 25 febbraio 2009

Quelli che... il teatro dialettale -1-

Pisolés e la zónta
A FÈMMA TEÀTOR...
TANT PAR RÌDDOR
"La nostra non è una compagnia stabile", dice Massimo Ferraguti - "Ogni anno prepariamo una commedia che va in scena nel teatro parrocchiale di Pizzolese a Natale e poi viene ripetuta in altri luoghi quattro, cinque volte" - "Nel nostro gruppo ci sono coniugi, fidanzati e figli"
Sono contento di aprire un nuovo settore di Pramzanblog, dedicato alle compagnie dialettali, che hanno una grande tradizione e che anche di questi tempi, in cui molti recitano il de profundis del dialetto, costituiscono una realtà della città e della provincia. L'onore dell'"inaugurazione" spetta a una piccola compagnia della quale ho già parlato di sfuggita, annunciando il prossimo spettacolo, Al mòrt in t-l'armäri, che andrà in scena sabato 28 febbraio al Teatro parrocchiale Beato Cardinal ferrari in Piazza Picco. Ho parlato con uno degli attori, Massimo Ferraguti, che ha fatto un po' da portavoce per tutto il gruppo.
Prima di tutto, perché vi chiamate "Pisolés e la zònta"?
Perché siamo quasi tutti di Pisolés, Pizzolese. Ma c'è anche qualcuno "di fuori": cioè... la zónta.
Quando è stata formata la Compagnia?
Negli anni Cinquanta, su idea di don Dante Paglia, lo storico parroco di Pizzolese, che è ancora l'anima della parrocchia, a 83 anni. Non è che sia andata avanti ininterrottamente da allora. Per qualche anno ha sospeso l'attività, però da una dozzina d'anni ci siamo noi, che ogni anno presentiamo una commedia.
Immagino della tradizione del teatro dialettale nostro, vero?
Non sempre. Cioè, mi spiego: negli anni scorsi abbiamo anche rappresentato dei classici della nostra tradizione, come Al padrón dal vapór e Un gióron Tortoréla, ma adesso rappresentiamo anche commedie diverse, magari italiane o magari, che so, ferraresi, e le traduciamo nel nostro dialetto.
Quanti anni ha il più "vecchio" della compagnia? Forse sono io, ho 49 anni. E il più giovane? Ha 12 anni. Immagino che siate tutti legati da una grande amicizia, in spirito pramzàn...
Certo. Molti di noi sono ex compagni di scuola. Nella nostra compagnia ci sono due coppie di coniugi e due di fidanzati. E poi ci sono i figli... Insomma, una grande famiglia che fa teatro, tant par rìddor un cicinén.
Come e quando nascono i vostri spettacoli?
Al mare. D'estate, quando andiamo in vacanza insieme con le nostre famiglie. È proprio in vacanza che scegliamo la commedia, la traduciamo se necessario e cominciamo a prepararla. Così a Natale, quando c'è la "prima" nel teatrino parrochiale di Pizzolese, siamo pronti. Poi generalmente la rappresentiamo ancora quattro, cinque volte, in altrettanti teatri parrocchiali. E ogni volta l'incasso è devoluto in beneficenza. Per esempio la commedia Al mòrt in-t-l'armäri, dopo la recita del 28 al "Cardinal Ferrari" di piazza Picco, la porteremo al Teatro Juventus di Colorno il 14 marzo, per l'Avoprorit.
Che periodo sta vivendo, secondo lei, il nostro teatro dialettale?
Dopo i fasti del passato aveva vissuto un periodo oscuro. Ora secondo me si sta riprendendo. Ci sono tante compagnie, soprattutto in provincia. La gente viene volentieri e si diverte. Sono testi semplici, per carità, però il pubblico ha voglia di stare in allegria e, con le commedie in dialetto, ci riesce.
(Nella foto: La compagnia Pisolés e la zonta nella commedia "Al fantäzma d'Angiòlo". Massimo Ferraguti è il secondo da destra)

5 commenti:

Maganuco ha detto...

Un plauso alla compagnia che continua a sfornare opere, al dialetto parmigiano che è bellissimo ed a Pramzanblog che ha sollevato un grosso problema.
Ai tempi che furono, almeno un buon decennio prima dell'overdose, TV Parma le proponeva . Adesso non se ne vedono più nemmeno in tv. Pecato.

Maganuco ha detto...

Pardon...peccato...

Pramzan45 ha detto...

In pramzàn: pchè. In-t-al fòrum l'è rivè 'n'atór, 'dla compagnìa Pisolés e la zónta.

Maganuco ha detto...

l'ho vist jer mo al ne scriva miga...

Pramzan45 ha detto...

Invéci l'à scrìtt cuàtor comént