O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 1 febbraio 2009

EDITORIALINO: La dura vita dell'assessore

AGENDA ZEPPA: A CHI DIRE DI NO?
Ho raccolto volentieri, come si legge qui sotto, lo sfogo di Egidio Tibaldi, organizzatore e regista del concerto - tributo a Gimmi e Figaro dei Corvi. Il patron del Theatro del vicolo si è lamentato dell'assenza di rappresentanti del Comune in un evento che ha richiamato a Parma alcuni nomi importanti della musica degli anni Sessanta (i Corvi, i Giganti, Mal, Andrea Mingardi, Giuliano dei Notturni) e il cui incasso era anche a scopo benefico. In effetti questa assenza è stata una piccola stonatura, soprattutto se si considera che poche ore prima il Comune era presente a Palazzo Pigorini all'inaugurazione della mostra del pittore Sergio Sergi, dal titolo "Picturae Primates. Ritratto di un Ordine" (che si chiuderà il 1° marzo) con madrina Valeria Marini (arrivata con pelliccia bianca e abito nero mozzafiato) e prefazione del catalogo firmata da Vittorio Sgarbi. Assolutamente lungi da me l'idea di polemizzare con il Comune e le sue scelte. Il sindaco, il vicesindaco, tutti gli assessori, hanno l'agenda piena zeppa di impegni. Non possono andare ovunque. La vita di un assessore può rivelarsi, in alcune circostanze, addirittura "infernale". Per "non dire di no" si può trovare (e non parlo di "un" assessore, ma di tutti i componenti della giunta) alle dieci alla Villetta, alle undici in una scuola, a mezzogiorno in un circolo culturale, alle 16 in una galleria d'arte (sempre che non lo obblighino a un pranzo di lavoro), alle 18 in un altro circolo culturale, alle 21 a teatro... E la moglie? E i figli? E gli impegni di assessore? (che non sono solo di rappresentanza). No, non è facile. Ci sono assessori presenzialisti che fanno di tutto per non scontentare nessuno, ma anche per loro, a volte, si presentano ostacoli insuperabili. Il Comune però è come una madre: non può trattare i suoi figli in modo diverso l'uno dall'altro. Se non può mandare i suoi assessori dappertutto, è opportuno che trovi una soluzione alternativa. Di "assessori di riserva", o anche di semplici consiglieri comunali, ce ne sono. Basta organizzarsi in tempo. Perché la vernice della mostra del pittore Sergi, impreziosita dalla "stella" Valeria Marini ha ogni diritto di avere i massimi rappresentanti della città, ma anche i Corvi, che hanno dato lustro a Parma, e i Giganti e Mal e Mingardi, che hanno scritto pagine importanti della storia della musica leggera italiana.
(Nella foto, tratta da Gazzetta di Parma.it e TGParma: Valeria Marini con il pittore Sergio Sergi davanti al quadro che la ritrae nelle sembianze di una tigre e che tiene appeso in una parete della sua casa)
Intervista a Valeria Marini (Da Gazzetta di Parma.it e TGParma)
Valeria Marini, serata parmigiana (Da Gazzetta di Parma.it)

2 commenti:

Maganuco ha detto...

...e chi el Sergio Sergi? Al Correggio?

Anonimo ha detto...

e maganuco chi el? na savata frita?