O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 13 gennaio 2009

Dal nostro "inviato" Paolo Gandolfi

IL S.ILARIO DELLO SPORT
La pagina sportiva: dopo il premio Sant'Ilario "serio", eccoci al Sant'Ilario dello sport, che si è celebrato alla "Corale Verdi", in vicolo Asdente. Ovvio, non che lo sport sia una sotto marca della civiltà, ma come giustamente mi ha detto ieri il presidente uscente della sezione di Parma dei Veterani sportivi, Luciano Campanini, è giusto che lo sport abbia una sia autonomia e che quindi venga celebrato a parte. Grazie al mio amico Paolo Gandolfi ho potuto avere notizie fresche e "in diretta" da vicolo Asdente, dove le premiazioni sono avvenute tra un piatto e l'altro del pranzo preparato dal "maestro di cucina", lo chef Sante Ferro.
Mi dici intanto il menù?
"Certo: antipasto di prosciutto crudo, culatello e torta fritta, poi anolini pasticciati al tartufo, tazza di passatelli in brodo, sella di vitello com macedonia di funghi e zabajone con crema gelato. Il tutto innaffiato dai celebri vini delle Cantine Ceci".
E con tutto questo ben di Dio le premiazioni si sono fatte lo stesso?
"Sì. Alla presenza anche di nomi importanti. Ci sono il presidente del Consiglio comunale Elvio Ubaldi, l'assessore allo sport Vittorio Adorni, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il direttore della Gazzetta di Parma Giuliano Molossi, il direttore di Radio e Tv Parma Andrea Gavazzoli, il vicepresidente nazionale dell'Associazione Veterani sportivi, Alberto Scotti, gloria della pallavolo parmigiana e tanti, tanti altri".
Quante persone ai tavoli?
"Saremo in duecento circa"
Mi ricordi i premiati?
"Certo: Gianni Barbieri, presidente del Coni provinciale, Giorgio Cavalli, presidente del Tennistavolo Club, Matteo De Sensi, presidente del Cus Parma, Marinella Draghetti, ex nazionale di pallacanestro, Giorgio Gandolfi, giornalista e autore di numerosi libri sportivi, Tommaso Ghirardi, presidente del Parma calcio, Giuseppe Milano, responsabile dello sport di Radio e Tv Parma, Giancarlo Rosetti, presidente del Comitato provinciale di baseball e softball".
Chi sta parlando adesso?
"Scotti. Ha sottolineato, con dispiacere, che il professor Luciano Campanini, dopo due mandati, dovrà lasciare, secondo statuto, il suo incarico. Il successore sarà eletto il prossimo 14 febbraio".
Si sa già chi succederà a Campanini?.
"".
Puoi dire il nome?
"Io, che faccio parte dei Veterani sportivi, lo so, ma penso che sia meglio lasciare la sorpresa... Posso solo dire che è un ex ciclista, una persona di spessore."
(Nelle foto, dall'alto: 1) Paolo Gandolfi; 2) Luciano Campanini, presidente uscente della sezione di Parma dei Veterani sportivi; 3) Sante Ferro, lo chef della Corale Verdi)

3 commenti:

Maganuco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ACHILLE MEZZADRI ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maganuco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.