O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 27 dicembre 2008

PEZZANI: AFORISMI PRAMZÀN
Era da tempo che morivo dalla voglia di leggere i 68 aforismi che Renzo Pezzani, poco prima di morire, nel 1951, scrisse per dedicarli ai coristi della "Corale Verdi" in occasione della prima esecuzione dell'"Inno a Parma", scritto da lui stesso, per la musica di Ildebrando Pizzetti. Finalmente ho potuto soddisfare questo desiderio, grazie all'amico Walter Darecchio che me li ha forniti. Sessantotto sono troppi per gli spazi angusti di questo sito, per cui ne ho scelti venticinque, da regalare ai lettori. Premetto, non si tratta di un inedito, però è comunque una "chicca" che dimostra l'amore di Pezzani per Parma e per i parmigiani. E quindi merita spazio su "Pramzanblog". Ecco i 25 aforismi che ho scelto:
1) Con una bella voce non si invecchia.
2) Canta se vuoi sentirti il cuore; canta in coro se vuoi sentire il cuore del tuo popolo.
3) Un corista dopa s'nè, al ne va a let s'al n'a cantè.
4) A Pärma anca il sideli di poss jen intonädi.
5) Dove canta un parmigiano splende il sole e nasce il grano.
6) Cantare è un po' amare.
7) Se Parma non avesse i suoi coristi, vivrebbe giorni opachi e giorni tristi.
8) Nella cupola del Duomo il Correggio dipinse un coro di parmigiani in Paradiso.
9) Nei boschi si trovano i funghi: nei borghi di Parma le belle voci.
10) Un vero parmigiano ha l'anima in gola.
11) Canta ch'a t'è un drit!.
12) La vita è bella, ma la musica è più bella.
13) Ogni corale ha il ritmo del popolo che cammina.
14) Un coro è una famiglia di voci dove regna l'armonia.
15) Baritono, basso o tenore, non sei tu che canti, è il tuo cuore.
16) Il dialetto, più di ogni altra forma d'espressione, è corale. Canta in dialetto.
17) L'Oltretorrente è una gran chitarra.
18) La fatica si consola nel canto.
19) Un inno a Parma è sempre una lettera d'amore.
20) Chi canta bene è cittadino di Parma.
21) Quando un parmigiano canta, pensa sempre: "E se in loggione ci fosse Verdi a sentire?". E canta come un dio.
22) Un bel coro ti fa pensare come Platone e Aristotile. Ha, in più, che ti diverte.
23) Parma ha l'anima corale.
24) Un bel coro spaventa i tiranni.
25) Mutilato è il parmigiano che non sa cantare.
(Nelle foto, dall'alto: 1) e 2) Renzo Pezzani; 3) il testo di "L'inno a Parma" di Renzo Pezzani)

Nessun commento: