O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 8 dicembre 2008

FOTOSTORIE: due "cover" di "Parma bell'arma"

Stimolato dall'intervista a Giorgio Gandolfi sulla nascita di "Parma bell'arma", la strenna natalizia che deliziò i parmigiani dal 1963 al 1972, penso che sia opportuno fare un ulteriore accenno anche alle copertine, alle quali collaborarono fior di professionisti. Io sono sempre stato dell'idea che i fotografi, ovviamente quelli bravi, sono artefici a metà, assieme ai giornalisti, della buona riuscita di un giornale. Contribuiscono infatti a corredare le notizie con i loro scatti, usando la stessa inventiva, lo stesso sforzo creativo di noi giornalisti. E a volte una fotografia è, da sola, perfino più esauriente di un articolo. Purtroppo (primo numero a parte), i traslochi della mia vita mi hanno privato della collezione di "Parma bell'arma", però sono riuscito a ricuperare due tra le "cover" più belle, che pubblico molto volentieri, anche perché furono firmate da Giovanni Lunardi, amico mio e di Pramzanblog. Quella di sinistra è la copertina del 1967, e vi è ritratta Nicoletta Invernizzi. Quella di destra invece è del 1971 e qui Lunardi regalò ai parmigiani una deliziosa "foto di famiglia": i due bambolotti infatti sono sua nipote Martina, figlia di suo fratello Pietro e suo figlio Christian.

Nessun commento: