O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 3 novembre 2008

Lo riconoscete? Domani compirà 53 anni

Sapreste dire chi è questo giovanotto di 20, 21 anni impegnato alla consolle di Radio Parma ai tempi in cui, nel 1975-'76, la storica emittente di casa nostra, allora di proprietà del suo fondatore, Virginio Menozzi, muoveva i primi passi? Un po' difficile, vero? Comunque voglio dare un "aiutino" ai lettori di Pramzanblog. È nato a Langhirano, è diventato popolarissimo, non ha più i capelli e domani, 4 novembre, compirà 53 anni... Tantissimi auguri.
(Foto dalla "Gazzetta di Parma")

2 commenti:

e.piovani ha detto...

euhm... Platinette? ;)

Maganuco ha detto...

Ma è Mauro Coruzzi, dai...
ricordi la pubblicità radiofonica del caffè...???