O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


giovedì 13 novembre 2008

Il Console indiano nella Casa di padre Lino


Dire Parma vuol dire un sacco di cose: musica, arte, gastronomia, stile di vita. Dire Annunziata vuol dire Otretorrente, Padre Lino, solidarietà, poveri da aiutare. Dire Silentia Lunae vuol dire musica, Parma, solidarietà. Facciamo un cocktail di questi tre concetti ed ecco perché il Console Generale dell'India, Sarvajit Chakravarti ha scelto proprio l'Annunziata in occasione della sua visita ufficiale a Parma in occasione della Festa dell'India, che è cominciata il 10 e si concluderà il 22 novembre. Visita in due riprese: la prima oggi pomeriggio, la seconda giovedì prossimo. Oggi alle 16,30, presenzierà all'incontro che si svolgerà nella Sala Padre Lino dell'Annunziata, organizzato dall'Associazione Silentia Lunae, con l'appoggio dell'Indian Council for Cultural Relations, Festival dei Diritti Umani, Provincia di Parma, Forum Solidarietà, Associazione Cibo per Tutti Kuminda, Circolo Culturale Il borgo, Ordine Francescano Secolare, e Mensa di Padre Lino. All'incontro, aperto al pubblico, parteciperanno, oltre al Console, Padre Vittorio Schiavetta, Guardiano della Comunità Francescana, l'assessore provinciale Tiziana Mozzoni, Gautam Talukdar, rappresentante della comunità bengalese, lo scrittore Vincenzo Mingiardi, Giacomo Truffelli, rappresentante dell'Associazione Cibo per Tutti Kuminda, Eugenio Caggiati, presidente dell'associazione culturale Il Borgo,
Attilio e Rosa Galimberti, rappresentanti nazionali dell'Ordine Francescano Secolare, Ettore Valzania, ministro regionale dell'Ordine Francescano Secolare, Mara Gabbi, responsabile della formazione regionale dell'Ordine Francescano Secolare e padre Secondo Ballati, responsabile della Mensa di Padre Lino. Modereranno l'incontro Maria Caruso, e Flavio Spotti, di Silentia Lunae. Il secondo momento della visita ufficiale del Console generale dell'India Sarvajit Chakravati avverrà giovedì 20, quando alle 20,30 il Console sarà presente al concerto, a ingresso libero, di Sanjai Subramanian, artista di musica classica indiana carnatica, di fama internazionale. La serata sarà però anche un'occasione di beneficenza per la Mensa di Padre Lino, a cui saranno interamente devolute le offerte raccolte durante il breve intervallo del concerto.
L'evento, in due riprese, ha il significato di un ideale abbraccio, in tempi difficili, tra due culture. I frati francescani dell'Annunziata hanno dato molto generosamente l'accoglienza, nello spirito di Padre Lino, e da questo scambio culturale con l'India nasce l'occasione per aiutare la Mensa di Padre Lino, che ogni giorno provvede il pasto a più di cento persone.
(Nelle foto, dall'alto: 1) Il Console generale dell'India Sarvajit Chakravarti; 2) Il manifesto del doppio evento all'Annuziata; 3) Ensemble Silentia Lunae; 4) Maria Caruso e Flavio Spotti, moderatori dell'incontro di oggi, con padre Vittorio e Gautam Talukdar, della comunità bengalese, nel chiostro dell'Annunziata).

Nessun commento: