O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


giovedì 13 novembre 2008

I cori del tifosi del Parma ai tempi di Scala


Dai Boys Parma 1977 ho ricevuto un bel volantino. Distrattamente, stavo per buttarlo via. Poi ho letto la frase in fondo alla pagina: Chi getta via questo volantino è un reggiano!!! Allora l'ho guardato con maggiore attenzione. Vi sono, battuti a macchina (la gloriosa Olivetti 22?) i testi delle canzoni che i tifosi cantavano in coro ai tempi gloriosi del Parma di Nevio Scala. Quelli degli anni d'oro.
"Non c'è né milanesi, non c'è napoletani, che batte i parmigiani al gioco del pallon", "Io tifo per il Parma, che meglio non ce n'è, non posso stare un giorno lontano senza te", "Girando tra i canali della tua television, a un certo punto vedi undici leon: quello è il Parma in Eurovision"... e via di questo passo. Cori spontanei, divertenti, che fanno venire un po' il magone perché riportano alla mente quegli anni magici del grande Nevio, mai dimenticato a Parma. Dal '90 al '96. Gli anni di Osio, di Melli, di Brolin, di Taffarel, di Crippa, di Minotti, di Faustino Asprilla... Gli anni della Coppa Italia, della Coppa delle coppe, della Supercoppa europea, della Coppa Uefa. Anni indimenticabili e, speriamo sempre, non irripetibili.
(Nelle foto: 1) Nevio Scala; 2) Il volantino con i cori dei tifosi del Parma - CLICCARE PER INGRANDIRE-)

Nessun commento: