O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


domenica 30 novembre 2008

Ex allievi all'Istituto de La Salle: che festa!

So benissimo che l'Istituto de La Salle di Parma non è l'ombelico del mondo e che qualche lettore non lasalliano può storcere il naso di fronte alle mie reiterate citazioni (spesso servizi veri e propri) sulla scuola dei Fratelli delle Scuole Cristiane della quale sono stato allievo dal 1951 al 1958. Prometto che sarò, in futuro, più "morigerato". Attenzione: in futuro.
Perché oggi non sarò morigerato affatto, visto che in vicolo Scutellari c'è stato il raduno degli ex allievi e io c'ero e ho incontrato un sacco di amici. Direte, cavoli vostri. No, anche un po' cavoli della città, perché la formazione lasalliana ha "forgiato" fior di professionisti, fior di persone perbene che hanno avuto e hanno in mano le chiavi della città: politici, imprenditori, medici, artisti, religiosi, ricercatori, fotografi, giornalisti, docenti universitari... Quindi la festa degli ex allievi del La Salle è anche, secondo me, la festa della gente perbene (ovviamente le eccezioni, le pecorelle smarrite non mancano in nessuna comunità) alla quale la città qualcosa deve.
Allora ecco che vi "ammorbo" con la cronaca, breve però, di quello che è successo. Un bel gruppo di lasalliani (ex allievi sì, ma lasalliani sempre) puntuali alla scuola, all'orario fissato. Subito a guardare una ricca serie di foto della storia del La Salle parmigiano, classi , direttori e Fratelli che non ci sono più. Una raccolta straordinaria, preparata dal mitico fratel Piero. Poi l'assemblea, che ha visto la partecipazione di un nutritissimo gruppo di ex allievi, tra i quali tre fratelli Venè (Ettore, Oreste e Giorgio), tutti ex rugbisti, testimonial di una famiglia che ha dato sette ragazzi al rugby, e altrettanti al la Salle).
Introduzione del direttore dell'istituto, fratel Mario Chiarapini, poi la parola al presidente dell'associazione Massimo Zecca, che ha spiegato l'attività dell'associazione. I temi erano tanti: la futura sede della scuola, che sarà pronta, tra un paio di anni, in via Berzioli, la Famiglia Lasalliana, la "Card vantaggi", una card che consentirà sconti ai lasalliani nei negozi dei... lasalliani, la borsa di in memoria di Guido Guareschi, ex lasalliano doc, il programma di una breve vacanza sulla neve in Austria, il ricordo commosso dell'avvocato Davide Fratta, notissimo in tutta la città, la divertente testimonianza di Angelo Mezzadri (mio carissimo amico e compagno di scuola per 13 anni, ma non mio parente) che ha ricordato uno scherzo combinato nella sala cinema (la stessa dell'assemblea di oggi) a un compagno di classe e ... Pramzanblog.
Sì, anche a me è stato chiesto di prendere la parola, cosicchè ho potuto portare il saluto dei lasalliani d'America, il pittore Alessandro Shundi Bocchialini e il fotografo Giovanni Lunardi, del quale ho letto un breve brano del suo commosso ricordo già pubblicato su Pramzanblog. Poi la messa, celebrata da un ex allievo, monsignor Antonio Moroni , la consegna di un regalo a Fratel Piero, autore della mastodontica ricerca delle foto storiche del La Salle. Infine un sontuoso buffet-aperitivo, nel refettorio.
Per tutti i convenuti un regalo graditissimo: uno straordinario dvd con tutte le foto storiche lasalliane (classi, feste, raduni,Cresime e Comunioni, dal 1880 a oggi). Dimenticavo: c'erano anche dei bambini: gli ex-allievi lasalliani del futuro.
(Nelle foto, dall'alto - cliccare per ingrandire - : 1) La foto-ricordo di gruppo /by Anna Carrera/; 2) Massimo Zecca e fratel Mario Chiarapini /by aemme/; 3) Gli ex allievi durante l'assemblea /by aemme/; 4) La borsa di studio alla memoria di Guido Guareschi /by aemme/; 5) Ettore, Oreste e Giorgio Venè /by aemme/; 6) Il dvd delle foto storiche)

Nessun commento: