O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


giovedì 6 novembre 2008

Chiedi chi era Emma Gramatica, l'attrice

Negli anni Cinquanta calcavano contemporaneamente le scene dei più importanti teatri italiani tre attori "parmigiani", o, per lo meno, nati nella nostra provincia: Paola Borboni, nata a Golese nel 1900, Memo Benassi, nato a Sorbolo nel 1891 e Emma Gramatica, nata a Fidenza (ma allora si chiamava ancora Borgo San Donnino) nel 1874. Oggi voglio ricordare una dei tre, Emma, della quale sabato 8 ricorre il 43° anniversario della scomparsa, avvenuta a Ostia l'8 novembre 1965.
Emma era la seconda di tre sorelle, tutte attrici: Irma, classe 1870, nata a Fiume e come lei attrice di grandissimo rilievo, lei e Anna, classe 1879, la meno famosa delle tre, nata a Messina.
Era nata quasi per caso nel Parmense, però per i parmigiani orgogliosi delle loro tradizioni è sempre stata considerata una delle nostre "bandiere". Non a caso a Parma è stata dedicata una via a lei (e alla sorella Irma), che si trova tra via San Leonardo e via Paradigna ed è una trasversale di via Matilde Serao. Esordì con Eleonora Duse, nella "Gioconda" di Gabriele D'Annunzio e fu prima attrice nelle è più prestigiose compagnie italiane, tra le quali quella di Ermete Zacconi e di Ermete Novelli. Recitò anche più volte con il sorbolese Memo Benassi. Grazie alla sua versatilità nelle lingue recitò spesso all’estero, in Germania e in Argentina, dove rimase due anni dal 1947 al 1949.
Fu tra le prime grandi attrici a recitare per l'Eiar (la futura Rai) e poi ebbe successo anche in TV e nel cinema, con Le sorelle Materassi, assieme alla sorella Irma e in "Miracolo a Milano", di Vittorio De Sica.
(Nelle foto, dall'alto: 1) Emma Gramatica in età matura; 2) Un altro primo piano; 3) La locandina di una commedia con Emma Gramatica e Memo Benassi)

4 commenti:

Maganuco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maganuco ha detto...

Mi sento di dire che forse
era anche la maestra nel film Don Camillo e Peppone (quello del matrimonio tra Mariolino della bruciata e la Gina Filotti???)???

Pramzan45 ha detto...

Emma Gramatica recitò nel film "Don Camillo Monsignore ... ma non troppo" (1961) regia di Carmine Gallone. Aveva la parte di Desolina. Non ho trovato riferimenti molto esaurienti su questo ruolo. Su Imb (Internet Movie Database), la bibbia del cinema, c'è scritto "Desolina, la vecchia"

Maganuco ha detto...

Ha ragione. Probabilmente era l'anziana signora che stava andando alla cappellina del Muraglione a pregare quando un camionista di passaggio fu ingaggiato da Peppone che voleva far tirar giù lo stesso monumento. Ovviamente il cavo d'acciaio si spaccò e la gente si prostrò davanti al miracolo. La cappella fu salva ed inglobata in uno dei 16 appartamenti che divennero 15 (uno occupato da ospite gradito a comune e parrocchia ).